Tutto ha inizio quando Luigi Lavazza, nel 1895, apre la prima Drogheria Lavazza in via San Tommaso, a Torino. Lo immaginiamo circondato da sacchi di caffè di origini diverse, preso nella creazione delle miscele.

Luigi Lavazza era un uomo pieno di spirito d’iniziativa, inventiva e passione per il proprio lavoro. Scoprì le diverse origini e le caratteristiche di questa pianta, il caffè, e studiò l’arte del blending per soddisfare i gusti dei clienti, creando le miscele.

 

Anche grazie al suo viaggio in Brasile ha saputo vedere, in un’epoca di grandi cambiamenti, tutte le potenzialità della bevanda. I caffè Lavazza che beviamo oggi sono il risultato della sua idea di unire caffè provenienti da diverse parti del mondo.

 

La drogheria si trasferisce in nuovi e più ampi spazi in via San Tommaso 10. Sugli scaffali ci sono generi alimentari e prodotti di uso quotidiano. L’attività è fiorente e i listini dei prezzi vengono inviati per posta.Diventare grandi: da bottega a piccola impresa. È il primo dopoguerra e a Torino c’è fermento: la Fiat inizia a produrre al Lingotto e la bottega Lavazza diventa una piccola impresa.

 

Nasce la Luigi Lavazza SPA, nel 1927, in Corso Giulio Cesare 65. Sono presenti Luigi Lavazza, la moglie Emilia e i figli Maria, Mario e Giuseppe, chiamato Beppe. Costituiscono la società Luigi Lavazza, con capitale di 1.500.000 lire. Da qui inizierà la conquista della provincia grazie alla flotta di automezzi e alla rete vendita. Ci piace sottolineare la presenza di due donne, Emilia e Maria, su cinque soci fondatori.

 

È di questi anni l’utilizzo, in Lavazza, del Pergamin: un pacchetto con due strati di carta che mantiene la fragranza del caffè. In questo modo le famiglie possono comprare una quantità maggiore di miscela di caffè e conservarla in casa per alcuni giorni. È il primo passo verso le confezioni Lavazza che troviamo oggi nei negozi.

 

La rinascita nel secondo dopoguerra. Nel 1946 l’Italia diventa una Repubblica. Abbiamo superato la guerra e il periodo di blocco delle importazioni di caffè. Mario, Beppe e Pericle Lavazza hanno la giusta intuizione e si concentrano sulla vendita di caffè: non più sfuso ma impacchettato con il marchio.

È del 1947 il primo logo Lavazza, realizzato dall’Aerostudio Borghi di Milano. La lettera “A” centrale, più grande rispetto alle altre lettere, ci caratterizza ancora oggi. Due anni dopo, Lavazza brevetta un contenitore cilindrico con coperchio a pressione: nasce la prima lattina a marchio Lavazza.

 

Nel 1950 Emilio Lavazza, figlio di Beppe, entra in azienda nel 1955 con idee innovative: dal suo contributo nasce la storica “Miscela Lavazza”. Gli anni ‘70 segnano un periodo difficile per l’economia italiana, ma Lavazza non si ferma. Nuove idee per superare la crisi, studi e ricerche per guardare avanti nel segno dell’innovazione. Nel 2015 Lavazza celebra il suo 120 anniversario e compie un balzo verso il futuro: porta il primo espresso nello spazio.

Paragrafi tratti dal sito ufficiale Lavazza. Nonna Cialda vende prodotti Lavazza tramite la distribuzione dei grossisti.

I marchi e i nomi dei prodotti sono di esclusiva proprietà di Lavazza. 

nonna cialda
  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tic toc

 Punto Business Srl - P.Iva 02176400683  R.Pescara 159581 info: nonnacialda@gmail.com - Nonna Cialda © 2019 - diritti riservati.

Tutti i marchi esposti sono di proprietà esclusiva delle aziende medesime, Nonna Cialda è un distributore e rivenditore commerciale.